blood-up-trio-medusa

Pubblicato il 23/01/2014 Da in Dal Web

Blood Up in diretta con il Trio Medusa

Venerdì 24 gennaio alle ore 8.30 Oscar Badoino sarà in diretta con il Trio Medusa per parlare di Blood UP!

Cosa sarei disposto a fare perché Blood Up venisse scaricata da molte migliaia di persone?

Sono partito da questa domanda quando l’applicazione è andata online, perché una volta realizzata l’applicazione arrivava il difficile, ovvero farla conoscere.
Da allora sono usciti tanti articoli su di noi, e di questo ringraziamo ancora tutti coloro che ci sostengono da Team For Italy ad AssoDigitale, da Riccardo Luna a Michele Ficara, da Alessandra Giraldo a Francesco Russo, da Che Futuro fino al Quotidiano Nazionale della Sanità, da Flavia Marzano al Romaeuropafestival  e molti altri ancora che ora sarebbe impossibile elencare tutti. Insomma si può dire che la prima risposta che posso dare alla domanda sia stata ” rompere alle scatole per sottoporre l’idea a chiunque ne comprendesse lo spirito e volesse darne visibilità ” .
Naturalmente sono stato molto fortunato perché il sostegno dei network della FIDAS nazionale, di IdeaTRE60, di Fondazione Italiana Accenture e associazione proSPERA e di DraculApp è stato fondamentale non solo per la realizzare l’idea ma per darne visibilità.

Ma rompere le scatole non può e non deve bastare, il progetto vuole essere realmente utile, Blood UP nasce con l’ambizioso obiettivo di diventare uno strumento utile realmente per la cultura della donazione di sangue, uno strumento che permetta nel lungo periodo di abbassare l’età media dei donatori parlando alle nuove generazioni, e per ottenere tutto questo è necessario che se ne parli e che in molti scarichino l’applicazione ( così noi la miglioreremo secondo i feedback).

Nel mio rompere le scatole  i primi a cui mi sono rivolto più di un anno fa sono stati i ragazzi del Trio medusa! perché loro sono tra i promotori di One nation one donation e proprio ascoltando loro in radio ho avuto l’intuizione di realizzare Blood UP, e sono stati loro ad attivare i primi contatti con FIDAS nazionale per capire se era possibile; ecco che quindi proprio a loro mi sono rivolto alcuni giorni fa per chiedergli di darci una mano a diffondere l’applicazione, e venerdì 24 gennaio dalle 8,30 del mattino sarò in diretta con loro per parlare di Blood UP!

Ma questa volta voglio “osare ” un po’… Il pubblico di radio deejay è giovane e quello del trio è avvezzo alle ” scommesse folli”  dato che solo su Fb il il programma ha più di 200mila like ho intenzione di fare una promessa ovvero se entro la prossima deejay ten ( la corsa di 10 km organizzata da radio deejay ) riusciremo tra download e like  ad avere almeno il 50% di quelli della trasmissione , io correrò la prossima deejay ten vestito da Chewbecca di star Wars , forse è un po’ folle, ma fisicamente già ricordo il wookie della saga di George Lucas e poi spero proprio che i fan del trio accettino la sfida!

23 gennaio 2014
a cura di Oscar Badoino

Oscar Badoino

VERBANIA. Ideatore di App e Project Manager. Vincitore del concorso “Digit@lia4Talent” Laureato in Scienze Politiche. Ho lavorato nella produzione teatrale per anni, e ora lavoro nell’innovazione tecnologica… ho sempre creduto che Tecnologia e Cultura fossero 2 facce della stessa medaglia. ho sempre avuto la fortuna di fare lavori che mi appassionano. Cultura e Tecnologia, queste passioni sono figlie della curiosità e di una sana incoscienza, e mi permettono di approcciare il mondo quasi come un bambino, perché non vedo i limiti e le problematiche ma solo le potenzialità e le domande che si aprono. Sono convinto che la sintesi di tutto questo porti a Innovazione Sociale, nel senso più ampio e positivo della definizione, quindi ammetto che quando qualcuno mi definisce un “innovatore sociale” ne provo un ingiustificato senso di soddifazione. Vorrei che il mio motto fosse #MaiFermarsi, ma so che è utopistico. A dimenticavo, sono di Verbania o come dico io “ ai confini del regno”.

Comments are closed.