temacultura-olocausto-imm

Pubblicato il 27/01/2015 Da in Cultura

Parlare dell’Olocausto attraverso la forza della vita

Quante volte abbiamo chiesto ai nostri ragazzi di ascoltare, di tenere viva la memoria di stragi ed errori che hanno segnato la nostra storia e la vita di milioni di persone?

Oggi alcuni di questi ragazzi, aiutati dal linguaggio del teatro, hanno voluto ricordare e lo hanno fatto in modo diverso, interpretando e dando voce ai ricordi dei bambini dei campi di concentramento, alle loro voci, ai loro sguardi, ai rumori dei loro passi.

Un salto nel passato, per trascinare sulle tavole di un teatro vite e parole, liberandole dalle pagine dei libri e da mucchi di fotografie ingiallite dal tempo.

A parlare non sono i numeri dei morti, milioni, ma quegli spiragli di vita che hanno permesso di restare aggrappati a sogni e speranze, hanno aiutato i superstiti a sopravvivere.

La scelta di parlare dell’Olocausto attraverso la forza della vita che non si è spenta tra brutture e violenze disumane, ci porta a sentire in modo più vero ed autentico l’assenza di coloro che non ci sono più, che in quei campi hanno lasciato la vita, facendoci ricordare che dietro ad ognuno di quei numeri c’era e c’è un sorriso, una vita, una storia.

Il gruppo di Tema cultura e la regista Giovanna Cordova ci raccontano tutto questo, ricordandoci che la voce di tutti i superstiti, anche di quelli che non ci sono più, può continuare a risuonare nelle voci e nei passi di giovani che si muovono sulle tavole di un teatro.

Antonella Cataldo
27 gennaio 2015

Tema cultura è un’associazione di promozione sociale che si i propone di diffondere le diverse forme d’arte, con particolare riferimento alla cultura teatrale.
Sito web: www.temacultura.it
Pagina facebook: TemaCultura
Profilo twitter: @tema_cultura

Antonella Cataldo

TORINO. Nata a Torino nel 1974, dopo aver conseguito la maturità scientifica, si è laureata in giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Torino nel luglio 2000. Avvocato civilista, iscritta all'Albo degli Avvocati di Torino dal 2005, si occupa in particolare di tematiche legate alla famiglia ed alle dinamiche familiari nei procedimenti di separazione e divorzio. Impegnata nel volontariato, grazie all'attività decennale svolta nell'ambito di associazioni a sostegno della famiglia ha potuto maturare e sperimentare l'importanza del lavoro di équipe e dell'approccio ai problemi improntato alla multidisciplinarietà. Da sempre innamorata delle parole e del teatro.

Comments are closed.